Ottimizzare gli impianti di stoccaggio si può. Ecco come.

Ottimizzare gli impianti di stoccaggio si può. Lo afferma un modello di analisi di un magazzino industriale sviluppato dal centro di Ricerca sui Magazzini dell’Università di Bologna ed è possibile condurre importanti analisi legate alla efficienza logistica del magazzino.

Vediamo come.

Le metriche su cui si fonda questo strumento sono:

  • La popularity: il numero di accessi ad un codice in un lasso di temporale selezionato;
  • La distanza media per effettuare il prelievo del codice;
  • Il volume allocato in fast-pick al codice.

La fast-pick è l’area primaria per il picking da parte degli operatori specializzati.

La situazione ideale prevede che i codici con più accessi siano collocati nelle posizioni comode del magazzino.

È importante ricordare che, in questo ambito, il volume allocato gioca un ruolo decisivo.

Nel caso si associasse un volume importante ad un codice con alta popularity, quel codice posto “in prima fila”, quindi comodo al prelievo/deposito, sottrarrebbe spazio utile, altrettanto comodo e prezioso, ad altri codici.

In altri termini, tutte e tre le metriche sono da considerare e contestualizzare in maniera altamente scrupolosa ed attenta.

Allo storage assignment, fatidico problema della scelta della posizione della merce, si aggiunge lo storage allocation, ossia la scelta del volume da allocare.

A parità di tecnologia e di configurazione/layout del magazzino, politiche di scelta del primo e secondo tipo, generano prestazioni differenti per il sistema di stoccaggio e material handling.

La Figura 1 mostra lo stato di partenza (AS-IS) di un magazzino poco efficiente.

 

 

 

Cambiando le politiche sopra illustrate e misurandone le prestazioni attese del sistema, tramite simulatori logistici, la dimensione e la disposizione dei pallini in figura, cambia nettamente.

 

 

La Figura 2 mostra, infatti, l’analisi a seguito dell’introduzione del criterio che favorisce la popularity e adotta la politica di allocazione EQS (equal space) che alloca lo stesso volume a stock a tutti i codici.

Come si può chiaramente vedere, il risparmio conseguito in termini di tempo di picking è oltre il 50%.

È dunque possibile capire come determinate scelte gestionali possono notevolmente ridurre i costi legati alla logistica, influendo sui metri percorsi dei mezzi, sui tempi di prelievo ed attraversamento del sistema, sul numero dei mezzi e sul livello di congestionamento nell’handling.

Sulla base dell’esperienza consolidata nella distribuzione delle merci, abbiamo creato un servizio di logistica, in grado di offrire soluzioni concrete alle esigenze di logistica integrata con la distribuzione.

Tutte le fasi del processo, dalla gestione dell’ordine alla gestione del magazzino, fino alla consegna a destinazione, sono gestite da un solo interlocutore con un’unica assistenza clienti, continua e personalizzata.

Entra in Delivery Agency, richiedi un preventivo e scopri un nuovo modo di fare logistica.

Recent Posts